·
segreteria@anfaci.it
· ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI FUNZIONARI DELL'AMMINISTRAZIONE CIVILE DELL'INTERNO ·
Diventa Socio

Alla Treccani a Roma l’incontro ANFACI con i giovani colleghi

L’Istituto per l’Enciclopedia Italiana della Treccani a Roma ha ospitato venerdì 15 marzo 2024 un incontro promosso dalla Segreteria nazionale ANFACI con i giovani colleghi entrati nella carriera prefettizia a seguito degli ultimi concorsi, fra i quali anche i neo-consiglieri che stanno ancora svolgendo il periodo di formazione e di tirocinio tra il Ministero e le sedi locali.

A introdurre i lavori il Segretario generale, Laura Lega, che ha evidenziato come l’apporto e la partecipazione attiva alla vita della Associazione da parte dei colleghi più giovani rappresenti un forte stimolo per dare maggiore slancio e impulso a tutti i settori con i quali si interfacciano le diverse linee di intervento dell’ANFACI. Il Presidente Ignazio Portelli ha ricordato le numerose attività che l’Associazione sta portando avanti a livello centrale e sul territorio, nonché i temi di maggiore interesse sui quali si incentra l’attuale dibattito all’interno della nostra carriera, anche per fornire un quadro di insieme ai colleghi che per la prima volta si relazionano all’ANFACI.

Stefano Laporta, componente della Segreteria nazionale ANFACI e di recente nominato anche Vice Presidente dell’Agenzia europea per l’Ambiente, ha arricchito il dibattito portando la sua esperienza che allarga gli orizzonti della componente prefettizia in altre amministrazioni.

Si è aperto quindi un confronto con i numerosi colleghi intervenuti, che ha focalizzato l’attenzione principalmente sull’attuale svolgimento delle funzioni prefettizie, al centro come sul territorio, sulle prospettive di carriera, sulla complessità dell’esercizio di unitario raccordo tra le molteplici e sempre più stringenti esigenze che il ruolo richiede, sulla formazione professionale e sugli scambi di esperienze, al fine di una crescita professionale di ciascuno e una maggiore qualificazione della categoria nel suo insieme.

Evidentemente, su tutti questi aspetti il ruolo dell’ANFACI si dimostra centrale e insostituibile, con la capacità di creare canali di raccordo e collegamenti diretto tra colleghi, oltre le specifiche funzioni in concreto esercitate, e offrendo inoltre efficaci strumenti di cultura professionale attraverso specifici momenti di approfondimento. Investendo temi che toccano direttamente l’esperienza professionale di ciascuno, il dibattito ha mostrato una grande vivacità da cui è scaturita anche una efficace azione propositiva in relazione alle prossime attività di intervento dell’Associazione. In particolare, dai contributi di Romilda Tafuri, Francesca Garufi, Alessandro Tortorella e del neo-consigliere Andrea Mongelli, sono stati individuati tre specifici temi di confronto, relativi a immigrazione, percezione del ruolo del prefetto, prevenzione e gestione dell’ordine pubblico. Sarà compito in particolare di ANFACI-Lab, il Centro studi di ANFACI, elaborare le modalità di approfondimento delle idee emerse dal dibattito, come hanno sottolineato Michele Bray, Carlo Franz Pretto e Paolo Cosseddu che già da tempo stanno lavorando al progetto: un possibile sviluppo potrebbe essere la realizzazione di specifici podcast tematici.

Riccardo Compagnucci ha portato la sua esperienza di storico dirigente dell’ANFACI, focalizzando l’attenzione sull’etica pubblica e sulla responsabilità che le nostre scelte professionali inevitabilmente comportano. Il Prefetto Lega ha quindi auspicato la replica di momenti di incontro e di confronto tra i soci, per una maggiore coesione all’interno della nostra comunità di lavoro e un proficuo scambio di esperienze. Il Prefetto Portelli ha poi chiuso i lavori, stimolando i giovani colleghi ad una attiva partecipazione all’interno dell’Associazione.