Questione “Sei Scatti”

Cari soci,

nella mattinata del 18 febbraio si è svolto presso il Ministero dell’Interno l’incontro con i rappresentanti dell’Amministrazione (Capo di Gabinetto del Ministro, Capo Dipartimento per le Politiche del personale e rappresentanti della Direzione centrale per le Risorse finanziarie) per affrontare la questione dei cd “sei scatti”. Alla riunione ha partecipato, su sua richiesta, il Segretario generale della nostra Associazione, che, come sapete, è deputata, per Statuto, anche alla tutela in ogni sede degli interessi generali della categoria, ivi compresi i nostri soci pensionati.

Durante la riunione l’ANFACI ha confermato la posizione già espressa nel corso dell’incontro avuto il 13 febbraio scorso con il Prefetto Varratta al quale erano state evidenziate le criticità connesse alla questione in sé, oltre che alle modalità di gestione della stessa.

In particolare, pur nella consapevolezza che i cd sei scatti costituiscono un’opportunità favorevole al termine della nostra carriera, è stata evidenziata la necessità che, nelle more dell’espletamento delle attività che l’Amministrazione si è impegnata ad intraprendere per approfondire ulteriormente gli aspetti legati alla  prescrizione,  ogni azione legata alla decorrenza dei termini indicati nella lettera notificata ai soggetti destinatari delle note inviate dall’Amministrazione non venga intrapresa.

Nei prossimi giorni comunicheremo ulteriori notizie

ROMA – 12 dicembre 2018 – ANFACI presenta il docufilm “Prefetti d’Italia – Testimonianze”

Il 12 dicembre presso la Residenza di Ripetta – sala Bernini – l’Associazione Nazionale dei Funzionari dell’Amministrazione Civile dell’Interno, ha presentato il docufilm “PREFETTI D’ITALIA” – TESTIMONIANZE.

L’evento, svoltosi nell’ambito della chiusura delle celebrazioni dei 40 anni dell’ANFACI, ha visto la partecipazione di numerosi ospiti nonché del Presidente Amato e del Prof. Guido Melis.

In Particolare il docufilm ha ripercorso quelle che sono le testimonianze e le esperienze dei Colleghi dell’Amministrazione dell’Interno tra cui il Prefetto Ignazio Portelli, il Prefetto Carlo Mosca, il Prefetto Giuseppe Procaccini, il Prefetto Leopoldo Falco, il Prefetto e Segretario Generale Francesca Ferrandino e il Presidente dell’ANFACI Bruno Frattasi i quali hanno posto in luce il ruolo del Prefetto e di come tale istituzione si sia evoluta e adattata alle necessità della Comunità dal 1802, passando per l’antimafia sino alla problematica attuale dell’immigrazione.

Infine il Prefetto Bruno Frattasi ha invitato il Presidente Amato e il Prof. Melis ad esprimere le loro considerazioni in merito all’evoluzione di tale figura sino ai giorni nostri.

Entrambi si sono soffermati sull’importanza del ruolo del Prefetto per la Comunità e

di come, grazie alla propria autorevolezza ed imparzialità, faccia da differenziale del sistema istituzionale.

“E’ solo la capacità di adattamento che permette alle istituzioni di sopravvivere”

(cit. Giuliano Amato)

Guarda la Gallery QUI

In ricordo del Prefetto Maria Antonietta Cerniglia

In ricordo della Collega e Amica Maria Antonietta Cerniglia

Con naturale gentilezza e intelligente sensibilità Maria Antonietta è stata capace di farsi conoscere ed amare da chiunque ha avuto il privilegio di starle accanto.

Ha saputo coniugare il “dono” dei talenti ad un profondo ed assiduo senso del dovere che, alimentato da una ricchezza di valori e principi, ha tradotto in pratica quotidiana, facendone uno stile di vita.

Il suo impegno a servizio delle Istituzioni è stato frutto di una vera scelta d’amore, onorata ogni giorno della sua carriera, nel corso della quale tutti l’abbiamo apprezzata tanto per la sua straordinaria umanità quanto per il suo altissimo valore professionale.

Maria Antonietta amava profondamente il suo lavoro e l’Amministrazione dell’Interno di cui con ostentato orgoglio si sentiva davvero parte.

Era capace di ascoltare, di dialogare, sempre con garbo ed educazione, e di assumere con equilibrio, determinazione e serenità la responsabilità di decisioni delicate.

Le piaceva dire che serviva le Istituzioni con passione civile. E la sapeva trasmettere quella passione a tutti quelli con cui lavorava e con cui riusciva sempre a fare squadra.

Siamo sicuri che ha voluto vivere in assoluto silenzio la malattia “per non dare fastidio” come avrebbe detto Lei. Ma senza dubbio con il sorriso, fino all’ultimo.

A noi tutti che l’abbiamo conosciuta e amata lascia in eredità uno scrigno di valori e di virtù, che per sempre accompagneranno il suo ricordo, una preziosa testimonianza di quello che era Lei: una persona intelligente che aveva il dono di saper parlare a tutti con il cuore.

Sei stata e resterai un esempio. Grazie Maria Antonietta!

Prematura scomparsa Prefetto Maria Antonietta Cerniglia

L’ANFACI PIANGE LA PREMATURA SCOMPARSA DELLA COLLEGA MARIA

ANTONIETTA CERNIGLIA, PREFETTO DI ENNA, SEGRETARIO REGIONALE

DELLA NOSTRA ASSOCIAZIONE, RICORDANDONE LA GRANDE UMANITA’, LA

RAFFINATA PREPARAZIONE E LE INNATE DOTI DI SIGNORILITA’ E

DISCREZIONE PER LE QUALI ERA UNIVERSALMENTE STIMATA.

CON L’AMICA MITTY SE NE VA UNA FIGURA DI FUNZIONARIO DI GRANDE

VALORE, LA CUI MEMORIA RIMARRA’ IMPRESSA NEI NOSTRI CUORI E

NELLE NOSTRE MENTI.

IL PRESIDENTE BRUNO FRATTASI