40° ANNIVERSARIO COSTITUZIONE ANFACI

Napoli 15 Giugno 2018

“Pubblica Amministrazione e Costituzione”

Nella splendida cornice della Sala degli Angeli dell’Università Suor Orsola Benincasa si è svolta lo scorso 15 giugno la “Lectio Magistralis” del Presidente Emerito della Corte Costituzionale Prof. Francesco Paolo Casavola, sul tema Pubblica Amministrazione e Costituzione

Il testo della “lectio” sarà a breve pubblicato su questo sito, insieme agli interventi del Presidente Frattasi e dei relatori che hanno partecipato all’evento a cui si riferiscono alcuni scatti pubblicati nella gallery che contiene anche foto del concerto del maestro Ranieri “Napoli 1950-1960”, svoltosi nel Teatrino di Corte del Palazzo Reale.

Al termine dello spettacolo il Presidente Bruno Frattasi e il Segretario Generale Francesca Ferrandino hanno consegnato una targa ricordo ai figli del Prefetto Giuseppe Giordano, indimenticato Segretario Generale dell’Associazione.

Guarda la Gallery QUI

CONVENZIONE ANFACI – Circolo MONTECITORIO

L’ANFACI ha sottoscritto una convenzione con il prestigioso e storico Circolo Montecitorio.

Il Circolo Montecitorio si trova all’Acqua acetosa, nel quartiere Parioli a Roma, in una zona appartata, sede di prestigiosi club sportivi, ed offre ai soci la possibilità di frequentare la struttura e gli impianti sportivi.

La Struttura vanta la partecipazione degli  atleti Federico Mancini e Emilia Giffenni  alla Sfida tra Circoli Storici per sostenere il Consiglio Italiano per i Rifugiati.

La convenzione che non comporta alcun impegno da parte dell’associazione offre la possibilità ai soci ANFACI di diventare soci del Circolo Montecitorio a condizioni particolarmente vantaggiose.

Normalmente il Socio esterno paga annualmente €1212,00 più un fondo perduto iniziale di € 2500,00 per iscriversi.

La convenzione prevede il pagamento annuale di €888,00, senza fondo perduto, al quale è facoltativo aggiungere la quota del Socio familiare di €336,00.

Per i bimbi fino ai 12 anni l’ingresso è gratuito, mentre fino  ai 18 anni sono previste importanti riduzioni sugli ingressi alla piscina, campo da tennis e palestra.

Il Socio titolare e il Socio familiare potranno frequentare gli Impianti anche portando ospiti, con un modesto pagamento che varia in relazione alle utenze di cui si vuole usufruire.

La quota sociale da diritto alla frequentazione degli impianti (campi tennis, calcetto, basket, palestra, sale riunione, club house per feste, area bimbi, sala carte, piscina esterna aperta da maggio a settembre). Ad ogni buon fine si allega la documentazione relativa ad ulteriori iniziative e servizi attivati dal Circolo Montecitorio nel periodo estivo.

Per l’iscrizione si prega di contattare direttamente la segreteria del Presidente del Circolo Montecitorio 06/67609808 -6097.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.circolomontecitorio.it

 

Convenzione Circolo Montecitorio 2018

Presentazione del Volume: DIALOGO SUL FUTURO DEL MINISTERO DELL’INTERNO – dieci proposizioni per l’amministrazione dell’interno 4.0

LA SUGGESTIVA CORNICE DELLA BIBLIOTHECA ANGELICA HA OSPITATO IL 4 LUGLIO SCORSO LA PRESENTAZIONE DEL VOLUME DI MARCO VALENTINI E LEOPOLDO FALCO “DIALOGO SUL FUTURO DEL MINISTERO DELL’INTERNO”, PUBBLICATO PER I TIPI DI EDITORIALE SCIENTIFICA.

L’EVENTO, SVOLTOSI NELL’AMBITO DELLE CELEBRAZIONI DEI 40 ANNI DELL’ANFACI, HA VISTO LA PARTECIPAZIONE NUMEROSA DI COLLEGHI DELL’AMMINISTRAZIONE DELL’INTERNO E DI ALTRI OSPITI.

IL PRESTIGIOSO SALONE DEL VANVITELLI – LA CUI BELLEZZA ARTISTICA È STATA SOTTOLINEATA NEL SALUTO DI APERTURA DI CARLO MOSCA – HA RAPPRESENTATO LO STRAORDINARIO SFONDO DEI DOCUMENTATI E APPASSIONATI INTERVENTI DEL PROF. GUIDO MELIS E DEL PROF. BERNARDO GIORGIO MATTARELLA.

ENTRAMBI HANNO MESSO IN LUCE COME L’INTENTO DEL LIBRO, CIOÈ QUELLO DI PROIETTARE VERSO IL FUTURO L’AMMINISTRAZIONE DELL’INTERNO, DI PARI PASSO CON LE NUOVE DOMANDE DELLA SOCIETA’ ITALIANA, COSTITUISCA UNA SFIDA AMBIZIOSA E ANCHE UN INVITO ALLA PARTECIPAZIONE PER TUTTI COLORO CHE SONO CHIAMATI A SVOLGERE IL RUOLO DI PROTAGONISTI IN UNA VICENDA PROFESSIONALE DI FORTE SPESSORE NELL’AMBITO DELL’AMMINISTRAZIONE PUBBLICA E DELLE ISTITUZIONI ITALIANE.

IL PRESIDENTE BRUNO FRATTASI HA COORDINATO GLI INTERVENTI INVITANDO INFINE I DUE AUTORI A SVOLGERE QUALCHE CONSIDERAZIONE, ANCHE ALLA LUCE DELLE QUESTIONI POSTE DAGLI ILLUSTRI DOCENTI INVITATI. ENTRAMBI SI SONO QUINDI SOFFERMATI SUI PASSAGGI FONDAMENTALI DELL’OPERA, AUSPICANDO CHE ESSA POSSA FUNGERE DA VOLANO PER UNA DISCUSSIONE PUBBLICA SUGLI ARGOMENTI PROPOSTI.

DOPO L’ESTATE, IN DATA DA DEFINIRE, IL VOLUME SARA’ PRESENTATO IN UNA CITTA’ DEL NORD ITALIA E IN UNA CITTA’ DEL MEZZOGIORNO PER FAVORIRE L’INCONTRO CON I COLLEGHI CHE NON HANNO POTUTO RAGGIUNGERE ROMA.

Guarda la Gallery QUI

Tavola Rotonda alla Luiss: “Quale Governance per affrontare le emergenze”

“Il convegno “Quale Governance per affrontare le emergenze”,  si è rivelato un’ottima occasione per ribadire quanto la “Protezione Civile rappresenti la costola nobile del Ministero dell’Interno”: con queste parole, il Prefetto Ferrandino, Segretario Generale Anfaci, ha dato il via alla tavola rotonda, evidenziando come già il titolo offra un quadro chiaro di quello che il nuovo Codice della Protezione Civile intende promuovere. Non sono mancate nemmeno parole di vicinanza a tutto il Corpo dei Vigili del Fuoco per la perdita di due uomini nel tragico incidente di Catania.

All’apertura del dibattito, il prof.  De Martin ha sottolineato come la presenza del Sindaco di Accumuli, Petrucci, valorizzi ancor di più tale momento di riflessione in quanto ancora vive l’emergenza  e ne è stato testimone in prima persona . La parte più viva invece ha visto la partecipazione prima dell’Ing. Borrelli, poi del Prefetto Frattasi, i quali, in piena sinergia, hanno ripercorso sia i tratti normativi che gli accadimenti emergenziali che hanno segnato il nostro Paese sin dal terremoto di Messina del 1908; operando in un’ottica di razionalizzazione e continuità rispetto al passato, adeguando il linguaggio ai tempi, il nuovo Codice della Protezione Civile continua ad informarsi al principio di sussidiarietà e focalizza l’attenzione sul fondamentale momento della prevenzione, sul coordinamento, sulla cultura della resilienza e sull’educazione civica.

A concludere l’incontro il Prof. La Spina,  secondo il quale occorrono consensi e politiche pubbliche persuasive per rendere partecipe il cittadino alla prevenzione, ed il Prof Mattarella, che ha ribadito che la Protezione Civile si traduce in un sistema di organizzazione pubblica basato sulla solidarietà e sulle norme a tutela della prevenzione che ben può leggersi in chiave assicurativa.

Il quadro che è emerso disegna un impianto rilanciato, fortificato e policentrico, in cui deve essere il Prefetto, come organo statale per eccellenza, a farsi indispensabile coordinatore regionale, dunque un impianto teso a valorizzare ed a coinvolgere l’azione di tutti gli attori in gioco, sin dalla fase preventiva, informandosi ai principi di  sussidiarietà e solidarietà sociale: “straordinario” significa dunque flessibile, ed “una qualunque emergenza non può non reclamare sottili dosaggi di potere e complicazioni di procedure “.

Guarda la Gallery QUI